Mangiare nei paesi scandinavi, Capo Nord e Finlandia

Se vi siete chiesti dove fossi finita in questi ultimi tempi, la risposta è ...( rullo di tamburi...)... in Lapponia. Per l'esattezza, mi sono letteralmente persa in un tour che ha toccato la Norvegia e la Finlandia, facendomi sprofondare in meravigliosi paesaggi naturali, cieli perennemente illuminati da un sole che non tramonta mai e cibo gustoso e ricco, ma senza lattosio. Questo è effettivamente uno degli argomenti che mi hanno conquistata ( non che gli altri argomenti fossero da meno, ma poter mangiare quello che si vuole senza conseguenze spiacevoli, è un lusso per noi intolleranti )
Complice sicuramente anche il clima vacanziero, la mia panciotta non ha mai fatto capricci e mi ha permesso di godermi in santa pace una vacanza da favola, con piatti tipici e cene tradizionali, grazie anche ad una particolare attenzione da parte dei ristoratori, che sembrano riconoscere solo due problemi alimentari, Lattosio e Glutine, per i quali hanno una vasta gamma di prodotti  e soluzioni. Non ho mai trovato persone incompetenti, ogni piatto veniva preparato esclusivamente per le mie esigenze e ( a scanso di equivoci ) per tutti i commensali venivano usati prodotti senza lattosio, così che potessi mangiare liberamente quello che preferivo. Meglio di così!
Una cosa che ho capito tardi ( ma meglio tardi che mai ) è che loro hanno sì un libro con gli ingredienti come da noi, ma rendono le cose facili evidenziando i piatti che possiamo liberamente mangiare con una L ( nel caso del lactosefree ) o con una G ( nel caso del glutenfree ). Decisamente avanti anni luce,  rispetto all'annaspare a vuoto di certi nostri ristoratori di fronte a domande del tipo " c'è lattosio? Cosa posso mangiare in cui non ci sia latte o derivati del latte? Avete prodotti senza lattosio? " Quindi a cominciare dalla colazione, ho potuto assaggiare cose tipiche, dolci gustosi e piatti invitanti.
Già, ma cosa mangiano? La prima escursione gastronomica l'ho fatta ad Oslo, al mercato coperto, in cui ho scoperto l'esistenza della carne di balena, oltre ad altri pesci comuni anche nelle nostre pescherie:

Un'altra delle specialità nordiche è la renna, che può essere paragonata alla nostra mucca, poiché viene allevata dai Lapponi in libertà o in enormi recinti di legno in cui vagano comunque libere. Ogni allevatore pone un collare o un Bollino tipo orecchino e lascia che le renne corrano libere tra boschi e alture, certi che nessuno le catturerà, le ruberà o le investirà per sbaglio. Bistecche di renna o salumi di renna vengono venduti al mercato, ma vengano anche essiccate e vendute come patatine, in pratici sacchetti che noi usiamo per le chips, o come ripieno per il kebab 


 L'esperienza è un po' strana per noi, o almeno lo è stata per me, che pur cucinando tutto, ho una alimentazione per lo più a base di verdure e cereali, ma capisco la cultura e l'ambiente e le rispetto; in un habitat ostile, in cui non si possono coltivare cereali e verdure, la carne è l'unica alternativa, quindi renna, foca, pesci grandi e piccoli, qualsiasi animale sia commestibile, nel rispetto della natura e senza fare spregi gratuiti, viene usato per nutrirsi, coprirsi ( certo non adesso, in cui tutti usano giacche a vento, ma nella storia sicuramente lo è stato ) e arredare la casa.
Anche il salmone è preparato in tanti modi, anche se è molto più caro della carne di renna. Qui vediamo qualche idea di come venga preparato e venduto al mercato:


Altra preparazione tipica è il merluzzo, che viene pescato, eviscerato e steso al sole ad essiccare in speciali griglie per tutta l' estate, diventando lo stoccafisso, oppure trasformato in baccalà, cioè conservato sotto sale. Tra i due metodi di conservazione del merluzzo, è sicuramente lo stoccafisso quello più antico e tipico delle isole norvegesi. Su tutta la costa troviamo i merluzzi stesi ad essiccare, come nella foto sotto:

Tra la produzione alimentare norvegese troviamo anche i formaggi:

E soprattutto una vasta produzione di dolci e dolcetti, tipici come quelli nella prima foto, o di ispirazione internazionale, come nelle ultime due foto:



E per finire questo excursus nella gastronomia nordica, vi mostro un paio di foto di piatti che mi sono stati serviti per cena, colazione e dessert:



Un'esperienza davvero fantastica, che vi racconterò in maniera più dettagliata, descrivendo percorsi e paesaggi, nel mio blog " non solo pittura " in cui raccolgo tutto ciò che mi va.
A presto!

 Come lo scorso anno sono partner ufficiale del Lactose e Gluten free Expo e parteciperò alla più grande fiera del settore per tenervi aggiornati su tutte le novità del mondo del lattosio. Se anche voi volete partecipare, potete usufruire dello sconto sul costo del biglietto, inserendo il codice che leggete al centro della figura. Vi aspettiamo!