Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

Riso freddo con pesto salmone e pomodorini

Immagine
Il Riso freddo con pesto salmone e pomodorini, è uno dei piatti top della stagione. Premesso che insalate, insalatone, pasta fredda e riso freddo non dovrebbero mai mancare sulle tavole estive, quello che a volte manca è la fantasia nel prepararli, magari pensando che un ingrediente non vada bene freddo, o magari perché ci lasciamo tentare dai condimenti già pronti, che hanno la loro praticità, ma più o meno si assomigliano tutti. Non che il riso freddo con pesto sia una rivoluzione sulla tavola intendiamoci, ma ha un tocco in più, un guizzo nel sapore, che lo rende più invitante e appetitoso, perché anche se siamo tutti ottimi mangiatori, non ci accontentiamo mai e abbiamo sempre bisogno della cosa nuova, dello "sfizio", della "marcia in più" e il pesto la marcia in più la dà spesso, sia che sia preparato nel modo "quasi" classico, come in questo caso, sia che sia preparato con erbe e frutta secca alternativa, come ho già fatto in altre ricette che trovat

Coppe di cioccolato alla vaniglia

Immagine
Che cosa ha ispirato le coppe di cioccolato alla vaniglia? In realtà, prima di chiedere cosa, bisognerebbe chiedere  quando  sono state ispirate, perché l’abbinamento vaniglia e cioccolato è antico, molto, molto antico. Per dire quanto antico, bisogna fare un piccolo excursus tra storia, botanica, farmacia e gastronomia. La vaniglia, come molti sapranno, è il baccello di un’ orchidea tropicale, il cioccolato si ricava dai semi racchiusi nel frutto dell’albero del cacao e fin qui, ci siamo. Tutte e due le piante hanno origine nell’ America latina. Anche questo è stabilito. La vaniglia cresceva selvaggia tra i boschi quando fu scoperta dai Totonachi, una popolazione che abitava nella zona attuale di Veracruz ( Messico); nel corso degli anni i Totonachi riuscirono ad avviarne la coltivazione, strutturandone la crescita ( la pianta impiega anche 5 anni per maturare ) e favorendone l’impollinazione, che deve avvenire entro il giorno dopo dallo sbocciare del fiore , affinché la bacca faccia

Crostatine alla cioccolata con frolla di riso

Immagine
Introduzione Credo che conosciate la mia ricetta con  la frolla di riso senza glutine , che è la stessa che uso sempre e che ho scelto per preparare queste meravigliose crostatine alla cioccolata. Se mi seguite sapete che alterno periodi “normali” a periodi di estrema sensibilità al glutine e la mia alimentazione è di conseguenza molto altalenante. Tendenzialmente amo il glutine, i lievitati in maniera particolare, e preparandoli per la famiglia, ogni tanto cedo, per poi pentirmene.Ma a me succede la stessa cosa col nichel e con i delattosati, verso cui nutro una sorta di amore-odio, perché il sapore di latticini, soprattutto formaggi, mi piace tantissimo e se posso, pur con la lattasi, ogni tanto cedo, per poi pentirmene subito dopo per i problemi che mi danno. E non riesco a farci pace. Dunque, quando esagero con il tutto, mi resta solo da ritornare ad un regime regolamentato, senza glutine, senza latte e derivati e, quando posso, perché la cosa è più complicata di quello che si pens

Torta sfogliata alle mele

Immagine
La torta sfogliata alle mele è una torta semplicissima e veloce, che possiamo preparare anche all’ultimo minuto utilizzando pasta sfoglia già pronta. Ultimamente ho trovato alcune sfoglie buone senza derivati del latte, dobbiamo solo perdere qualche minuto di tempo a leggere gli ingredienti, ma d’altra parte siamo abituati, visto i trabocchetti e le insidie che troviamo nei piatti già pronti, quindi per noi intolleranti nessuna sorpresa. A volte invidio chi non ha intolleranze e allergie e può concedersi il lusso di prendere qualcosa al volo, tanto va tutto bene; per noi è sempre uno slalom, una continua ricerca, una continua richiesta di quali siano gli ingredienti, e spesso, delusione di fronte allo scuotimento di testa di chi non sa cosa ci sia nella preparazione o nella certezza che c’è qualcosa che non possiamo mangiare. Forse è anche per questo che siamo ormai affezionati alla nostra cucina casalinga e grati a chi, come l’ AiLi, associazione lattointolleranti, si batte perché pos

Pasta al pesto di asparagi e mandorle

Immagine
Il pesto di asparagi e mandorle è un pesto diverso, fatto con verdura appena dorata in olio extravergine d’oliva, che risulta fresco e piacevole all’assaggio. Una volta il pesto era solo quello classico genovese, con basilico e pinoli, poi è arrivato il pesto siciliano con la ricotta e il pomodoro, poi con il cavolo nero, i broccoli, le zucchine, insomma con ogni verdura possibile e immaginabile e ogni variante è decisamente deliziosa. Probabilmente vuol dire che ogni verdura è adatta ad essere trasformata in pesto.Io avevo già presentato un  pesto di asparagi con gli anacardi  partendo da asparagi crudi, questa volta invece ho scelto di cuocerli leggermente per avere un pesto dal sapore diverso, ancora più gustoso. Se possedete un mortaio, partite dalle mandorle che rilasceranno il loro olio naturale, poi aggiungete gli asparagi, se non avete un mortaio, potete frullare tutti gli ingredienti insieme, farete in un minuto, anche se il mortaio ha una marcia in più, lo devo ammettere. Dif

Torta zuccherata senza lattosio e derivati del latte

Immagine
La Torta zuccherata senza lattosio e derivati del latte è una vecchia ricetta leggermente rivisitata, proveniente dal ricettario delle sorelle Simili, che erano specializzate in pane e panificazioni e che hanno insegnato a tantissimi dei panificatori attuali. Erano persone semplici e bravissime, gemelle nella vita e nel lavoro. Dal loro ricettario ho imparato molto, dal lievito madre con impasti, tempi e dosi per il corretto utilizzo, al lievito di birra e relativo “lievitino”, dai pani di tutte le regioni ai dolci tipici. Erano generose e non lesinavano consigli, come solo le grandi sanno fare. La prima volta in cui mi hanno parlato di questa torta zuccherata ero ad un raduno del forum di coquinaria. Erano i tempi in cui facebook e i social non c’erano ancora, noi blogger eravamo pochissime e ci conoscevamo quasi tutte ( almeno di nome ), ci scambiavamo visite e cortesie e frequentavamo i forum di cucina, veri e propri aggregatori. Erano gli anni 2000, coquinaria ( il mio forum di cuc

Pizza di carne

Immagine
Avete mai provato la pizza di carne? Spesso in una famiglia ci sono esigenze diverse in quanto ad alimentazione, perché i problemi alimentari sono in crescita, i gusti cambiano e a volte si fanno scelte drastiche ed è difficile accontentare tutti, lo sanno bene le mamme che hanno bambini piccoli o adolescenti per casa, ma con questa pizza di carne riuscirete a mettere d’accordo tutti, perché è senza glutine e senza lattosio, a basso contenuto di nichel ( usando pomodori a coltura idroponica e quindi certificati Nichel tested come riporta l’etichetta ). Per i pomodori vorrei spendere una parola in più; fino ad ora il pomodoro era vietato nell’allergia al nichel, ma da alcuni mesi sono stati messi in commercio i pomodori della ditta “Sfera”, che prima ha sondato il mercato con piombini e datterini e che adesso ha prodotto anche i pomodori tondi e rossi; scegliete questi per preparare la salsa per la carne, sarà molto buona. Seguitemi e vedrete che la pizza di carne è anche facile da prep

Gnocchi con piselli, zucchine e code di gambero

Immagine
Gnocchi con piselli, zucchine e code di gambero. Inizia la stagione dei piselli, quelli freschi e dolci che si mangiano appena sgranati, quando un pisellino finisce nel piatto e uno in bocca, quando cuocerli è veloce quanto metterli in pentola. E’ proprio ora, quando l’aria profuma di primavera, di fiori e di erba tagliata di fresco, che si avverte l’esigenza di piatti leggeri e delicati, ma gustosi e pieni di carattere come il nostro piatto di gnocchi con piselli, zucchine e code di gambero. Dopo tutto l’inverno in cui dominano cavoli e verze, patate e zucche, finocchi e cardi, barbabietole e rape, c’è bisogno del verde brillante di piselli e zucchine, meglio ancora se abbinato al rosso dei gamberi o, come in questo caso, delle code di gambero. Potete usare sia gamberi freschi che decongelati, il risultato sarà ottimo in entrambi i casi. Difficoltà Molto facile Costo Medio Tempo di preparazione 15 Minuti Tempo di cottura 15 Minuti Porzioni 4 Metodo di cottura Fornell