28/06/18

Crostata vegan con crema di nocciole

La crostata vegan con crema di nocciole è davvero molto buona, facilissima da preparare e stendere. Questa frolla infatti, è elastica e morbidissima e rimane inalterata in cottura. L'unico consiglio che vi do è di resistere alla tentazione di aggiungere farina, perché rendendo la frolla più dura da lavorare a crudo, renderete anche la torta più dura una volta cotta, quindi lasciate le dosi come sono, al massimo spolverate con la farina sopra e sotto per facilitare la stesa, ma non di più. Per farcirla potete usare la crema di nocciole e cacao che ho preparato QUI, oppure una crema senza derivati del latte come la Rigoni o la crema artigianale di Oggi Gelato. Vediamo dosi e procedimento per ottenere una crostata di 24 cm di diametro. 


Crostata vegan alla crema di nocciole



 Ingredienti:


  • 300 g farina di tipo 2
  • 150 g nocciole tritate fino a ridurle in polvere
  • 1/2 bustina di lievito
  • 100 ml succo di mela
  • 3 cucchiai di malto
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  •  un pizzico di sale. 

Procedimento:


  1. Si impasta tutto insieme, può essere necessaria un po' di farina in più, ma non troppa perché l'impasto deve essere morbido, per mantenersi morbido in cottura.
  2.  Avvolgete con pellicola e lasciate riposare per un po'. 
  3. Stendete la frolla tra due fogli di carta forno e foderare una teglia da crostata, lasciando il foglio inferiore. Ritagliare i bordi e mette da parte la frolla per le decorazioni.
  4. Farcire con crema di cioccolato alle nocciole, io come ho detto ho usato la Rigoni senza latte, e coprire con la pasta frolla ricavata dai ritagli.
  5. Cuocere a 180 grado per 35 minuti o fino che avrà un bel colore dorato

25/06/18

Bavarese al limone senza lattosio e glutine

Quando una torta ti lascia senza parole, come questa bavarese al limone, ogni commento è superfluo. Perfino il mio beta tester più ostico, cioè mio padre, ne ha ripresa una fetta, e questo la dice lunga. Sappiate che, se gli altri commensali sono più propensi ad assaggiare gusti nuovi, mio padre è quello che dice che le cose fatte con latte ad alta digeribilità si sentono, perché non hanno lo stesso sapore, invece ieri è stato così entusiasta, che quando gli ho detto che era un dolce senza latte e derivati e senza glutine, è rimasto stupefatto. Ciò non toglie che possiate prepararlo con prodotti normali e magari sarà ancora più buono, nel caso mi piacerebbe che me lo faceste sapere, qui o sulla mia pagina fb . Intanto vi mostro la foto e vi spiego come procedere:


Bavarese al limone senza lattosio e glutine


Ingredienti:
  • 120 g zucchero
  • 6 tuorli
  • 400 ml latte di riso
  • 500 g panna vegetale
  • 12 g gelatina in polvere
  • 3 limoni
  • 20 g amido di mais o riso
  • 1 bicchiere di limoncello
Per la base:
  • 200 g biscotti senza lattosio e glutine
  • 100 g margarina
Procedimento:

  1. Scaldare il latte di riso con la scorza dei 3 limoni e lasciate raffreddare per almeno mezz'ora, in modo che il latte si aromatizzi con il profumo dei limoni
  2. Preparate la base: tritate finemente i biscotti senza lattosio e senza glutine. Scaldate la margarina fino a scioglierla, quindi unite la polvere di biscotti, amalgamate e stendetela sulla base di uno stampo a cerchio separabile. Pressate bene aiutandovi col fondo di un bicchiere e trasferite in frigo almeno mezzora. 
  3. Montate leggermente i tuorli con lo zucchero, la gelatina in polvere e l'amido, versarvi il latte di riso a filo fino a che sarà tutto ben amalgamato, quindi mettete sul fuoco bassissimo. Cuocere mescolando fino a che sarà molto caldo, ma senza far bollire. Quando avrà raggiunto la temperatura di ebollizione, aggiungere gradualmente il limoncello, mescolare e spegnere il fuoco. Lasciar intiepidire.
  4. Montare la panna lasciandola però morbida e quando la crema sarà tiepida, ma non fredda ( altrimenti sarà troppo dura ) unitela alla panna semi-montata, aggiungendola poco a poco e filtrandola con un colino per evitare grumi. Lavorate delicatamente per non smontare la panna e non creare bolle, quindi trasferire la bavarese al limone sulla base di biscotto e lasciar riposare per circa mezz'ora prima di trasferire in frigo, dove la lasceremo per almeno 3 o 4 ore.
IMPORTANTE Nella ricetta ho parlato di gelatina in polvere, che è l'equivalente di quella in fogli, ma che richiede una diversa procedura. La gelatina in polvere si usa da fredda e non va bollita, la gelatina in fogli va prima ammorbidita in acqua fredda e poi strizzata e aggiunta al liquido già caldo e mescolata fino a che non sia ben sciolta e amalgamata. 
Potete sostituire la gelatina ( in polvere o fogli ) con agar agar. 8 g di agar agar sono sufficienti a legare un litro abbondante di liquido, ma a differenza della gelatina, va bollita almeno per 7 minuti per attivarla.  In tutte e tre i casi è sempre meglio lasciar raffreddare a temperatura ambiente prima di mettere in frigo, per dar modo alla gelatina di stabilizzarsi e far bene il proprio lavoro. Non mettete mai in frigo o freezer per accelerare i tempi, rischiate di avere l'effetto contrario.

Vi ricordo che anche quest'anno sono blog sponsor del Gluten & Lactose free Expo, che si terrà a Rimini, dove troverete nuovi prodotti pensati per intolleranti al glutine e al lattosio; un'occasione per testarli ed acquistarli. Inserendo questo codice  R5BLG al momento dell'acquisto del biglietto, avrete diritto ad uno sconto. Vi aspettiamo!


18/06/18

Torta di patate o gateau di patate

La torta di patate, conosciuta anche come gateau o gattò di patate, è uno dei piatti più conosciuti della tradizione napoletana, ricco di latticini e uova, che può essere servito caldo, tiepido o freddo e che mantiene inalterato il suo gusto. Io vi presento la mia versione " povera " senza latte e derivati, ma ricca di gusto.



Torta di patate o gateau di patate

Ingredienti:

  • 1,5 kg patate
  • 2 uova
  • noce moscata
  • sale e pepe
  • 2 spicchi d'aglio
  • un ciuffo di prezzemolo
  • pangrattato ( se siete celiaci usate il pangrattato adatto )
  • 100 g prosciutto cotto ( guardate che sia senza lattosio e glutine )
  • 5 o 6 fette di formaggio vegan a vostra scelta ( potete sostituirli con formaggi con basso contenuto di lattosio, se li tollerate )
Procedimento:

  1. Scegliete patate di misura media e lessatele in abbondante acqua per circa 30 minuti. Saggiate la cottura con una forchetta, che deve entrare nella patata senza incontrare difficoltà, allungate o abbreviate il tempo di cottura in base alla resistenza che incontrerà la forchetta. 
  2. Togliete le patate dal fuoco e immergetele in acqua fredda; togliere la buccia sarà più facile.
  3. Pelatele e schiacciatele, quindi disponetele in una ciotola.
  4. Pulite l'aglio, lavate il prezzemolo e asciugatelo bene, poi tritate tutto insieme. Aggiungetelo alle patate schiacciate. 
  5. Rompete le uova e aggiungetele all'impasto, unite anche sale e pepe e noce moscata e amalgamate bene. 
  6. Dividete l'impasto in due parti uguali. Ungere uno stampo per torte da 24 e spolverare con pangrattato, quindi stendetevi una delle due metà. Farcite con prosciutto e formaggio e coprire con la seconda metà. 
  7. Spolverare la superficie della torta di patate con pangrattato e cuocere in forno caldo a 200° per circa 20-25 minuti

14/06/18

Budino alle fragole

Il budino alle fragole è uno dei dolci più facili e gustosi, preparato con pochissimi ingredienti per un risultato davvero sorprendente. Scegliete fragole succose e profumate, un latte di mandorle dal sapore pieno di mandorla e senza zucchero. La semplicità della preparazione regalerà un dolce davvero fantastico, provatelo e mi direte. Si accompagna a biscotti croccanti e friabili come le lingue di gatto, di cui troverete la ricetta QUI. Vediamo come procedere:

Budino alle fragole


Ingredienti:

  • 500 g fragole succose
  • 500 g latte di mandorle
  • 150 g zucchero semolato
  • 8-9 g agar agar

Procedimento:
  1.  Pulire le fragole, lavarle e frullarle.
  2. Aggiungere lo zucchero, il latte di mandorle e l'agar agar, porre sul fuoco e portarlo a bollore, continuando a mescolare. Far cuocere per circa 5 minuti, l'agar agar ha bisogno di cuocere per attivarsi.
  3. Trasferire il budino in uno stampo e lasciar raffreddare prima di trasferire in frigo per almeno 2-3 ore
  4. Un'idea in più può essere di preparare delle monoporzioni e servirlo accompagnato da panna ( vegetale o alta digeribilità ) e biscotti, oppure cioccolato fondente fuso.



13/06/18

Tacchino tonnato

Tutti conoscete il vitello tonnato, o vitel tonné, ma conoscete la versione con carne bianca? Il tacchino tonnato è una ricetta perfetta per l'estate, perché è davvero ottimo anche freddo, anche mangiato  il giorno dopo. Preparatelo in anticipo per una cena, un buffet, una scampagnata e vi accorgerete che non vi basterà mai, anche grazie alla delicatezza del tacchino, che non sovrasta, ma anzi esalta la salsa tonnata. E non stupitevi se i vostri commensali faranno la scarpetta!

Tacchino tonnato


Ingredienti per 6-8 persone:

  • 1- 1,5 kg di fesa di tacchino intera
  • 250 g tonno sott'olio
  • 400 g maionese
  • vinsanto
  • erbe mediterranee: rosmarino, salvia, timo. alloro
  • sale
  • 150 g capperi sottaceto
Procedimento:

  1. Legare la fesa,  o farla legare al macellaio,  in modo che, una volta affettata, ne venga una bella fetta compatta. 
  2. Tritare le erbe e avvolgere il trito intorno al tacchino in modo che attacchi bene, quindi immergerlo in abbondante acqua fredda e metterlo a cuocere. Far bollire la fesa di tacchino a fuoco basso per almeno un'ora e mezzo. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare completamente.
  3. Prepariamo la nostra salsa: Tritate insieme tonno e capperi, aggiungere una tazzina di vinsanto e tritare ancora fino ad avere una crema. Aggiungere la maionese e, se necessario, anche un pizzico di sale. Tenete presente che il sapore del tacchino è dato dalle erbe, quindi la salsa deve essere saporita, ma non eccessivamente salata, assaggiatela per testarne il sapore. La consistenza della salsa deve essere morbida in modo da coprire ed avvolgere le fette di tacchino.
  4. Affettate la fesa di tacchino ormai fredda, disponetela su un vassoio da portata e coprite interamente con la salsa. Decorate a piacere, coprite con pellicola per alimenti e conservate in frigo fino al momento di servire. 

12/06/18

Biscotti farciti con crema al cioccolato senza derivati del latte

I biscotti farciti con crema al cioccolato senza lattosio e derivati del latte sono così buoni che piaceranno a tutti. Come lo so? Facile! Io ho due beta-tester in casa, coloro che assaggiano e valutano e sono sempre molto critici con i prodotti alternativi al latte, soprattutto mio figlio. Questa volta, invece, il mio scettico preferito ha fatto merenda con questi biscotti e gli sono piaciuti molto, quindi fidatevi, se vi dico che sono buoni per tutti. Per l'impasto ho sperimentato un prodotto che si chiama burrella, un burro vegetale a base di mandorle, ma voi potete benissimo usare un altro burro vegetale, margarina o burro ad alta digeribilità, secondo il vostro grado di intolleranza. Come crema al cioccolato potete usare quella che preferite, io ho usato quella che mi sono preparata da sola con la ricetta che trovate  QUI

Biscotti farciti con crema al cioccolato senza derivati del latte


Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 100 g fecola di patate
  • 50 g cacao amaro in polvere
  • 1 uovo
  • 150 g zucchero
  • 180 g burrella o altro burro ( vegetale o alta digeribilità )
  • 150 g circa Crema al cioccolato senza derivati del latte 
Procedimento:
  1. Lavorare insieme farina, fecola, zucchero, burro vegetale, cacao e uovo, fino ad ottenere una pasta compatta. Avvolgetela in pellicola e lasciatela riposare in frigo per circa 30 minuti.
  2. Quando sarà ben fredda, sistematela tra due fogli di carta forno e stendetela fino ad uno spessore di circa 1/2 cm.
  3. Ritagliate dei dischi e premetene il centro con il dorso di un cucchiaino, in modo da creare un leggero avvallamento. Sistemare un po’ di crema al cioccolato e nocciole al centro del disco dove avete creato l’avvallamento e bagnate i bordi del biscotto con acqua fredda, quindi ricoprite con un secondo disco. Sigillate bene i bordi, in modo che cuocendo non si aprano.
  4. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.