Crema pasticcera senza lattosio e glutine

Più che senza lattosio, la crema pasticcera senza lattosio e glutine è totalmente priva di derivati del latte, quindi adatta anche a allergici alle proteine del latte, ma risulta ugualmente deliziosa e soprattutto indistinguibile alla crema pasticcera classica, se usata come ripieno all'interno di torte e bignè

La crema pasticcera senza lattosio e glutine è più leggera e delicata della crema pasticcera classica,  senza gli effetti collaterali indesiderati, che affliggono coloro che non possono assumere lattosio, glutine e latticini. Il latte vaccino viene sostituito con latte vegetale; ottimi il latte di mandorla, di avena o di soia. Faccio un appunto, anzi due: attenzione all'uso del latte di soia perché è un potenziale allergene, inoltre per il latte di riso purtroppo e sottolineo purtroppo, non tutte le marche di latte vegetale permettono la perfetta riuscita della crema, perché spesso rimane liquida con la dose di amido che vi elencherò di seguito; la stessa cosa mi è successa con il latte d'avena. In questo caso ( crema che non si addensa rimanendo liquida ) prendete qualche cucchiaio di crema che non vuole addensare e aggiungete 30 g di amido, sciogliete bene, quindi aggiungere al resto della crema e amalgamare bene con la frusta. Rimettete sul fuoco e mescolate fino a che rassoda. Coprire con pellicola e lasciar raffreddare.  Ma vediamo quali ingredienti servono e come procedere:



Crema senza lattosio


Crema pasticcera senza lattosio e glutine


Ingredienti:

  • 500 ml latte vegetale a piacere ( soia, mandorla, nocciola, avena, ecc )

  • 4 tuorli

  • 80 g zucchero

  • 40 g amido di mais ( o 60 g farina )

  • la scorza di mezza arancia

  • vaniglia

Scaldare il latte lasciando in infusione un baccello di vaniglia, oppure la scorza intera di un arancio o un limone non trattati. Montiamo i tuorli con zucchero  fino a che non saranno gonfi e spumosi, quindi aggiungere l'amido ( o la farina ) e amalgamare bene, poi il latte tiepido ( a cui avete tolto la scorza o la vaniglia ) poco alla volta in modo da amalgamarlo benissimo.  Mettete sul fuoco al minimo, continuando a mescolare fino a che non rassoda.  E' ottima con cialde, lingue di gatto e come ripieno di bignè, torte e crostate. Per una crostata senza derivati del latte e lattosio, potete usare la frolla all'olio, con cui viene un'ottima torta della nonna

Commenti